L’UTOPIA DEL COSTITUZIONALISMO COSMOPOLITA CONTEMPORANEO: «NESSUNO ESCLUSO». Abstract prof. Antonino Spadaro

1. Introduzione al corso 2015-2016: il filo rosso della “cultura dello scarto” nell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco

2. Costituzionalismo e Costituzione

3. Il naturale afflato “etero-centrico” del costituzionalismo. L’amore: a) dei poveri (lotta contro le diseguaglianze e le discriminazioni); b) dei lontani nello spazio (riconoscimento dei diritti di ogni uomo, non solo del cittadino); c) dei lontani nel tempo (tutela e conservazione di risorse, beni ed un ambiente salubre per le generazioni future)

3. Lo Stato “costituzionale” come Stato “sociale”: niente «scarti» sociali, ma welfare

4. L’impegno politico come impegno per la “giustizia sociale” (lotta per la qualità, non solo per il tenore, di vita)

5. Necessaria laicità della politica e naturale pluralismo politico dei cattolici

6. Continuità e discontinuità della dottrina sociale della Chiesa nel magistero di Papa Francesco

Cenni bibliografici:
• su costituzionalismo e laicità: A. SPADARO, voce Costituzionalismo, in Enciclopedia filosofica, vol. III, Milano Bompiani 2006, 2369 s; ID., Libertà di coscienza e laicità nello Stato costituzionale (sulle radici “religiose” dello Stato “laico), Torino Giappichelli, 2008
• sulla Costituzione: A. SPADARO, voce Costituzione (Dottrine generali), in Dizionario di diritto pubblico, a cura di S. Cassese, vol. II, Milano Giuffré, 2006, 1630 ss.
• Sull’amore dei lontani v. già: D. FARIAS, Idealità e indeterminatezza dei principi costituzionali, Milano Giuffré, 1981, spec. 420 ss.
• Per una diversa impostazione (neo-liberista) della dottrina sociale: M. NOVAK, L’etica cattolica e lo spirito del capitalismo, Milano 1994

I commenti sono chiusi