Restare in Calabria si può

La Calabria è un territorio caratterizzato da un quadro economico, sociale e strutturale di forti difficoltà. Alla irrisolta condizione di ritardo della regione si è aggiunta una riduzione del PIL che ha visto, negli ultimi anni, un incremento della povertà e un’incidenza di soggetti in stato di disagio sociale che hanno impedimento di accesso ai servizi di cittadinanza.

Tra le più importanti problematicità del sistema regionale si evidenzia sicuramente la situazione del lavoro e dell’occupazione che vede la Calabria distante dal dato nazionale di circa 15 punti percentuali e di 27 punti percentuali dal dato europea.

La grave situazione del mercato del lavoro regionale trova le sue radici nelle condizioni del sistema economico calabrese che possono essere identificati in alcuni dati essenziali:

 

Allora la domanda di fondo “restare o andarsene” diventa una domanda di senso pro-fondo per un intero contesto sociale.

A questa domanda proveremo a dare delle risposta esplorando i futuri possibili e gli scenari più probabili per il prossimo decennio nel campo del lavoro, e cioè ci chiederemo come si evolverà il mercato del lavoro e se la Calabria va verso questa direzione o meno.

Dott.ssa Amelia Stellino

Bibliografia:

  • Becchetti, Il mercato siamo noi, Mondadori, 2012
  • Becchetti, Wikieconomia. Manifesto dell’economia civile, il Mulino, 2014
  • Becchetti, Microeconomia, Il mulino, 2014
  • Butera, I frantumi ricomposti, Marsilio, 1971
  • Butera, L’Italia che compete, Franco Angeli, 2012
  • Cacace, Scenario delle professioni, Editori riuniti, 2002
  • Cacace, Cambiare marcia per creare lavoro, Altrimedia, 2015
  • De Masi, Una semplice rivoluzione. Lavoro, ozio, creatività: nuove rotte per una società smarrita, Rizzoli, 2016
  • De Masi, Lavorare gratis, lavorare tutti. Perché il futuro è dei disoccupati, Rizzoli, 2017
  • Papa Francesco, Laudato si. Enciclica sulla cura della casa comune, San Paolo, 2015
  • Passarini, Management dell’ascolto, Franco angeli, 2007
  • Passarini, Ricomincio da me. Dal lavoro dipendente al lavoro intraprendente, Etas, 2008
  • Passarini, Senza soldi. Sottopagati, disoccupati, precari, Chiarelettere, 2013
  • Romagnoli, Giuristi del lavoro. Percorsi italiani di politica del diritto, Donzelli, 2009
  • Staglianò, Grazie. Ecco perché senza immigrati saremo perduti, Chiarelettere, 2010
  • Staglianò, Al posto tuo. Così web e robot ci stanno rubando il lavoro, Einaudi, 2016
  • Tiraboschi, Italia-germania, una comparazione dei livelli di competitività industriale, ADAPT University Press, 2016
  • Tiraboschi, Le nuove regole del lavoro dopo il Jobs act, Giuffrè, 2016

 

I commenti sono chiusi